Giornata mondiale del colore: cosa ci comunicano i colori

70 Condivisioni

Oggi si festeggia la giornata mondiale del colore, istituita nel 2008 per sensibilizzare i giovani (ma non solo) verso le persone meno fortunate e che vivono in una situazione di svantaggio rispetto agli altri; individui che quindi non riescono a vedere “un mondo a colori”.

“I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni.” (Pablo Picasso)

Ma perchè proprio il colore? E’ ormai risaputo che il colore è lo specchio delle nostre emozioni. Attraverso il colore comunichiamo al mondo il nostro stato d’animo: è utilizzato anche nella medicina alternativa con la cromoterapia, che attraverso l’uso dei colori riesce a riequilibrare lo spirito e il corpo, alleviando stress ed ansie.

IL COLORE DELLE EMOZIONI

I bambini utilizzano il colore per esprimere la creatività e le proprie emozioni nei disegni: infatti fino ai 6 anni circa i bambini utilizzano il colore semplicemente come scarica emotiva, cioè li utilizzano in base a quello che sentono in quel momento. Infatti non sempre l’erba è verde ed il cielo è blu.

Esistono tantissime tipologie di colori: a matita, a spirito, acrilici, gessetti, a cera ecc… Colorare è una delle attività preferite dai bambini; ognuno dei colori utilizzato maggiormente nei disegni, può comunicarci qualcosa del loro mondo interiore e della loro personalità.

  • COLORI CALDI: chi predilige questi colori di solito ha una personalità estroversa, sicura di sè, socievole ed allegra
  • COLORI FREDDI: l’utilizzo predominante di questi colori sta ad indicare invece una personalità introversa, timida o triste

SIGNIFICATO PSICOLOGICO DEI COLORI

  • ROSSO: simboleggia le emozioni forti come la passione, la rabbia e l’amore. Rappresenta una personalità vivace ed impetuosa;
  • GIALLO: rappresenta una personalità gioiosa, aperta alle novità, alla voglia di comunicare, dinamica ed aperta;
  • VERDE: è il colore per eccellenza della natura, chi lo preferisce ha una personalità equilibrata, composta e matura;
  • BLU: è il colore che induce alla tranquillità ed alla calma, ma anche dell’introversione e alla malinconia. Per capire l’uno o l’altro significato bisognerebbe vedere il contesto globale del disegno;
  • VIOLA: è usato come colore regolante della personalità. E’ l’unione del rosso e del blu, il primo ci indica la vivacità del bambino, attenuata dal secondo colore per adattarsi al contesto;
  • MARRONE: è il colore della terra e dei tronchi degli alberi, indica una personalità pratica e concreta;
  • ARANCIONE: indica la socievolezza e la vivacità che, a differenza del rosso, è adeguata al contesto. Rappresenza una personalità estroversa ed aperta agli altri;
  • ROSA: è il colore dell’ingenuità e della giovinezza, la personalità è come il rosso ma più attenuato;
  • BIANCO: è il colore per eccellenza della purezza e della pulizia. Lo spazio bianco che rimane del disegno sta ad indicare lo spazio a disposizione per gli altri;
  • NERO: è il colore della notte, della trasgressività, della combattività e del bisogno di uscire fuori dagli schemi. L’utilizzo del nero come del rosso nei disegni può rappresentare la voglia di esprimersi in sicurezza. Se questo colore compare molto spesso e con eccessivo richiamo nei disegni, ed è accompagnato da altri disagi o da una regressione del bambino, può indicare una personalità malinconica, depressa o in difficoltà con l’ambiente circostante.

FILASTROCCA DEI SETTE COLORI

C’era una volta un paese lontano
dove i colori si davan la mano.
Tra tutti il rosso era il più piccolino
e l’arancione gli stava vicino.
Rideva forte il giallo brillante
e il verde lì accanto parlava alle piante.
Alti nel cielo l’azzurro ed il blu
guardavan la terra e stavan lassù.
Più grande e più scuro degli altri era il viola,
ma i sette sembravano una cosa sola
e chi li vedeva nel cielo sereno
diceva: “Guardate, c’è l’arcobaleno !”

(Elio Giacone)

Questi erano i colori principali ed il loro significato. Quanto scritto fin ora, vuole essere un esempio per cercare di capire la personalità dei bambini, ma non è possibile interpretarne il significato se non da un esperto. Il disegno deve rimanere quello che è e cioè un gioco e non una forzatura per leggere le menti dei bambini.

FONTE: Seminario sull’interpretazione del disegno infantile

HAVE FUN

GUARDA I MIEI ULTIMI ARTICOLI

  • Lavoretti estivi facili e creativi per bambini
    Stai cercando delle idee sui lavoretti estivi facili e creativi per bambini? Sei nel posto giusto! In questo articolo troverai tante idee su come realizzare dei fantastici lavoretti per bambini. La scuola è finita, festeggia l’arrivo dell’estate con questi divertentissimi lavoretti per bambini! Questi lavoretti per bambini facili e veloci possono essere realizzati in meno…
  • Schede didattiche di primavera con PDF gratuito
    Le schede didattiche di primavera sono degli ottimi esercizi per i bambini, da fare a scuola o a casa. In questo articolo ne ho elencate alcune che puoi scaricare gratuitamente. Queste schede didattiche di primavera super colorate sono perfette per i bambini della scuola dell’infanzia ma anche per i più piccoli. Grazie ai colori sgargianti,…
  • Insegnare i colori sviluppando la motricità fine
    Stai cercando delle idee per insegnare i colori ai tuoi bambini? In questo articolo ho elencato diverse attività per insegnare i colori sviluppando la motricità fine. I primi anni del bambino e della scuola materna sono il momento perfetto per insegnare i colori . A partire dai primi 15 mesi, i bambini iniziano a sviluppare interesse e preferenze…
  • Mini giochi da viaggio per bambini: fai da te
    Stai cercando dei mini giochi da viaggio, che occupino poco spazio in valigia o addirittura da mettere in borsa? In questa lista ti faccio vedere come è semplice creare questi mini giochi fai da te, perfetti per le vacanze o da portare al ristorante. Fare lunghi viaggi con i bambini può essere estenuante. Questo elenco di…
  • 10 idee vaschette sensoriali per la primavera
    Le vaschette sensoriali per la primavera, sono dei “contenitori sensoriali” che possono essere di plastica, legno o cartone; con all’interno materiali di consistenze diverse, tali da coinvolgere tutti i sensi del bambino. Le vaschette sensoriali sono utili allo sviluppo del bambino, infatti, grazie ai diversi materiali il bambino potrà sviluppare i sensi (toccare, annusare, guardare,…

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

70 Condivisioni
Share8
Pin62